domenica 17 aprile 2016

Recensione di Consumed (The Breathless Series #1) di Melissa Toppen


Titolo: Consumed (The Breathless Series #1)
Autore: Melissa Toppen
Pubblicato: 15 marzo 2014
Casa Editrice:CreateSpace Independent Publishing Platform
Lingua: Inglese

Recensione: La serie Breathless, costituita da Consumed, Taken e Released, mi è sembrata la lettura perfetta per completare l’obiettivo n.6 (cover che non raffiguri persone) proposto dalla nostra cara Dany del blog Un libro per amico per la Challenge delle Lettrici Geograficamente Sparpagliate.

In copertina troneggia un Cotton Candy Martini, drink che la protagonista beve al bar del Resort e Casinò Bella Vita di Los Angeles dopo essere rimasta per una settimana chiusa in camera a spargere fiumi di lacrime a causa del suo storico fidanzato Grayson. Il ragazzo dopo averla manipolata per otto anni, spingendola a seguire un rigido programma di allenamento quotidiano e sottolineandone senza remore ogni piccola imperfezione fisica, impacchetta tutto ciò che appartiene ad Addison invitandola ad abbandonare l’appartamento che avevano affittato.

La scusa che adduce questo campione di finezza, come potete immaginare, è “Non sei tu, sono io”. La nostra simpatica amica si stupisce per non essersi resa conto di quanto Grayson sia egoista e sarebbe davvero bello se riuscisse ad ignorarlo come merita nei prossimi capitoli.
Alcuni lettori dopo questa premessa saranno tentati di abbandonare la storia, dato che anni di lotte femministe sono da lei azzerate promettendo di cambiare per accontentare un maniaco del controllo.

Proseguendo conosciamo Liam Mason, sexy barista che lascia letteralmente senza parole Addison e la libera da un tipo piuttosto insistente. La giovane lo ringrazia e si allontana sicura che un uomo così bello non possa che essere un Latin Lover a caccia di una nuova preda.

Addison lo incrocia nuovamente da Starbucks e Liam si dimostra davvero tenace, accompagnandola fino alla soglia del palazzo in cui lavora ed insistendo fino a conoscere il suo nome. Dopo un’estenuante settimana la ragazza si concede una lunga corsa per scaricare tutta la tensione accumulata e la Dea Bendata sembra tirarle un brutto tiro perché scorge Grayson con la sua nuova fidanzata.

L’incontro la sconvolge e come se la situazione non fosse già abbastanza complicata la comparsa di Liam ci fa nutrire seri dubbi su questo personaggio. Los Angeles non è esattamente un paesino di 200 anime, com’è possibile che sappia sempre come rintracciarla?

Ricchi bouquet floreali vengono inviati a cadenza regolare presso il suo ufficio ed il nostro barista riesce infine a strapparle un appuntamento. E’ probabile che il Signor Mason abbia qualche vantaggiosa promozione sulla sua scheda telefonica, perché non lesina telefonate ed sms.

Il record finora stabilito è di 13 chiamate senza risposta, 3 messaggi vocali e 2 scritti. L’evolversi di Consumed è esattamente come lo immaginate, salvo un consistente colpo di scena sul finale. Il libro termina infatti con una brusca interruzione, lasciandoci col fiato sospeso.

Ammetto di aver sbirciato il primo capitolo di Taken e posso anticiparvi che il punto di vista scelto dall’autrice è quello di Liam. Nelle prossime settimane è probabile che troviate una recensione del secondo e terzo libro della serie Breathless.

Vorrei concedere una possibilità alla storia anche se non è esattamente il mio genere. Gli uomini che non sanno accettare un no e sembrano onnipresenti occupano uno dei gradini più bassi della mia classifica di gradimento.

L’ingenuità di Addison è un tantino surreale, le scrittrici dovrebbero proporre ben altri esempi alle loro lettrici, vere eroine dotate di intelligenza e cuore a cui ispirarsi per costruire un mondo migliore.

Voto 2/5

0 commenti:

Posta un commento

 

Libera tra i Libri Template by Ipietoon Cute Blog Design and Bukit Gambang