Follow Us @lerynportrait


giovedì 11 agosto 2016

Oh my Tag #5 (Olimpiadi Rio 2016 Book Tag)

Ciao Lettori, come state passando questi assolati pomeriggi estivi?
Io sto recuperando alcune Recensioni arretrate che conto di pubblicare a Settembre, ma mi sono lasciata tentare da un nuovo e carinissimo Book Tag che ho scoperto sul canale Youtube di Chiacchiere Letterarie.
Se volete cimentarvi in questa nuova disciplina olimpica, lasciate  nei commenti il link al vostro Post e passerò molto volentieri a trovarvi per sbirciare i romanzi scelti.


Atletica Leggera, un classico sempre attuale:

Il leone, la strega e l'armadio (Le Cronache di Narnia #2) di C.S.Lewis
E' uno dei primi libri fantasy che ho letto, scritto da un caro amico del mio amato Tolkien. 
Si tratta del secondo capitolo della saga ambientata a Narnia, quello che ha dato il via alla fortuna cinematografica della serie.
Impossibile non affezionarsi alla piccola Lucy o al Signor Tumnus.
Coraggio, amicizia, fede, speranza sono gli ingredienti che l'autore utilizza per costruire un capolavoro.

Sinossi

Peter, Susan, Edmund e Lucy sono sfollati in campagna: c'è la guerra, e là saranno più al sicuro che a Londra. E quante sorprese li aspettano, nella grande casa che li ospita! La più straordinaria è senz'altro un immenso armadio che sembra fatto apposta per nascondercisi dentro, e che in realtà è una "porta" per entrare in un altro mondo, dove gli animali parlano e nessun incantesimo è impossibile. Così i quattro ragazzi si ritrovano all'improvviso in un luogo tutto bianco di neve, dominato dalla malvagia volontà di una strega che ha cancellato le stagioni e trasformato in statue i suoi nemici, mutando il felice regno di Narnia in una landa desolata. Ma per fortuna c'è qualcuno che può rimettere le cose a posto.


Sport di squadra, un libro in cui è un gruppo a guidare la storia:

Settembre di Rosamunde Pilcher

Le vicende di un intero clan familiare che si intrecciano prima e durante il ritorno a casa dei diversi componenti.
Un libro dolceamaro che vi farà ridere e piangere, come solo la Pilcher sa fare. 
Un personaggio mi è particolarmente simpatico, chissà se piacerà anche a voi. Vi lascio un piccolo indizio: è un vero talento davanti ai fornelli e possiede un cagnolino adorabile.

Sinossi
Da maggio a settembre. Una breve estate tra le colline scozzesi. 
Il tempo di organizzare un ballo, di riunire famiglie e amici in una grande festa. Ma dietro l'allegria ciascuno nasconde pene e segreti. Un amore in pericolo e un amore che fatica a sbocciare, un'amicizia incrinata e un incubo che non si dissolve. Sul più romantico degli sfondi Rosamunde Pilcher intreccia una storia che ha l'incanto dei sogni e il vigore della vita.


Sport individuale, un libro con un protagonista centrale:

Il conte di Montecristo di Alexandre Dumas
Questo romanzo mi ha tenuta incollata alle sue pagine per alcuni giorni ai tempi del liceo. Una storia appassionante e piena di segreti, talmente ben orchestrata che sembra quasi impossibile prevedere le mosse del protagonista e soprattutto le conseguenze dei suoi gesti. L'amore che lo spinge ed il desiderio di rivalsa vi condurranno alla parola "fine" senza un momento di noia.

Sinossi
Edmondo Dantès, marinaio, prigioniero, misteriosamente ricco, mette a soqquadro l'alta società parigina. Imprigionato a Marsiglia nel 1815, il giorno delle nozze, con la falsa accusa di bonapartismo, rimane rinchiuso per 14 anni nel castello di If, vittima della rivalità in amore di Fernando e in affari di Danglars, odiato anche dal magistrato Villefort. Questi i tre nemici su cui, dopo l'evasione, cadrà la terribile vendetta di Dantès.


Lotta, un libro con azione serrata e combattimenti:

W. di Jennifer Lee Carrell
W. è un thriller adrenalinico in cui nessuno è davvero insospettabile e privo di colpe.
La Carrell è abilissima nel rivelarci la terza faccia della medaglia e fino all'ultima pagina tratterrete il fiato per le sorti della protagonista e del segreto per il quale tutti sembrano pronti a lottare e morire.

Sinossi
La sera del 19 giugno 1613 il rogo del Globe Theatre illumina la notte sul Tamigi e distrugge tutto: costumi, scenografie, copioni della compagnia di Shakespeare, ma anche prove di intrighi famigliari e segreti scomodi che qualcuno vuole consegnare all'oblio una volta per tutte. Qualche traccia, però, si salva, e sopravvive ai secoli fino ai giorni nostri. La sera del 29 giugno 2004 il teatro elisabettiano brucia di nuovo. Fra le macerie viene trovato il cadavere della professoressa Roz Howard, eminente studiosa shakespeariana. Poco prima di morire, Roz ha fatto in tempo a consegnare un misterioso pacchetto a Kate Stanley, regista dell'Amleto al Globe e sua migliore studentessa, almeno fino a quando un litigio ha irrimediabilmente diviso le loro strade. "Se lo apri devi seguirne la traccia" sono state le ultime parole di Roz. A Kate non resta che accettare la sfida. Il rischio è altissimo, e la posta in gioco non è da meno. Un'edizione rarissima delle opere complete del drammaturgo inglese, delle lettere mai ritrovate, un manoscritto perduto. 
E forse un segreto che qualcuno è disposto a difendere con il sangue e cancellare con il fuoco: la vera identità di William Shakespeare. 


Artistica e Ritmica, un libro che trasmette eleganza:

Audrey Hepburn un'anima elegante di Sean Hepburn Ferrer
Direttamente dalla mia lista dei desideri librosi, il libro scritto dal figlio di Audrey Hepburn, superba attrice che ci ha donato alcuni tra i i film più belli della storia del cinema.
Sono sicura che anche voi avrete sognato guardando Colazione da Tiffany, Vacanze romane e Sabrina

Sinossi
Nell'era delle grandi star hollywoodiane, nessuna fu mai più luminosa di Audrey Hepburn. Il suo fascino, la sua grazia, la sua apparente fragilità e, naturalmente, il suo viso straordinario hanno ammaliato gli spettatori in ogni angolo del mondo. Sullo schermo e sul palcoscenico ha affascinato milioni di persone vestendo i panni di Gigi, Eliza Doolittle e Holly Golightly. 
Ma per Sean, suo figlio, era semplicemente e prima di tutto «la mamma».
In questo libro, che è il primo, vero ritratto privato di Audrey Hepburn, Sean Hepburn Ferrer ci accompagna per mano e con delicatezza nel mondo interiore dell'attrice più celebrata di Hollywood, raccontandoci la storia di sua madre, dall'infanzia trascorsa nell'Olanda devastata dalla guerra, all'apice della sua carriera cinematografica, fino ai giorni vissuti lontano dalla macchina da presa e dai paparazzi.
Audrey Hepburn, un'anima elegante contiene circa trecento tra fotografie, disegni (quelli della stessa Audrey) e documenti, la maggior parte dei quali finora inediti.


  
Piscina, un libro in cui l’elemento acquatico è importante:

Il gusto del cloro di Bastien Vivés
Tra i miei consigli librosi non può mancare una graphic novel, genere che so appassionare molti di voi. Sono cresciuta leggendo i fumetti della Marvel e della Bonelli, quindi come potevo non notare il bel lavoro di Bastien Vivés? Elegante e mai sopra le righe, vi conquisterà.

Sinossi
La piscina. Un microcosmo di persone, di corpi che perdono la propria forma solida diventando masse fluttuanti che nuotano per le ragioni più svariate. Dietro le pressanti insistenze del suo fisioterapista, un giovane ragazzo inizia a frequentare la piscina. La pigra routine dell’appuntamento del mercoledì viene interrotta dall’incontro con una ragazza, che lo seduce con il suo sorriso e le sue movenze. Le si avvicina grazie all’intraprendenza di un amico, e dà inizio a un rapporto che si esprime più con movimenti acquatici che con le parole. Immersi in questo ambiente liquido si instaura un sottile equilibrio che mercoledì dopo mercoledì, bracciata dopo bracciata, inizia a ispessirsi. Un libro straordinario, dove i lunghi silenzi, le estenuanti nuotate e i colori conferiscono un ritmo ipnotico a una storia in grado di catturare il lettore fino all’ultima pagina. 


Gare di velocità, un protagonista forte e determinato a raggiungere un obiettivo:

Il salto più lungo di Fiona May e Paola Zannoner
La storia di una ragazzina con una grande passione per la corsa che è riuscita a diventare una campionessa senza mai dimenticare le sue radici e l'importanza del sacrificio. Un libro per ragazzi che piacerà anche agli adulti, una storia di cui mi sono innamorata a prima lettura, quando tanti anni fa mia madre me l'ha donata.

Sinossi
Fiona May racconta in questo libro del suo amore per lo sport, dei suoi desideri, delle sue aspirazioni e dei suoi sentimenti. Campionessa mondiale di salto in lungo nel 1995, medaglia d'argento alle Olimpiadi di Atlanta nel 1996, Fiona May ha fatto il suo ''salto più lungo'' quando ha incontrato l'amore e ha deciso di sposare Gianni Iapichino, anche lui grande atleta, lasciando l'Inghilterra per venire a vivere con lui in Italia.


Cinque cerchi, un libro che celebra la comunione tra culture diverse:

A cena da Edith. La storia di Edith Warner e Los Alamos di Peggy Pond Church

Lettura suggerita da una delle mie docenti preferite all'inizio del ciclo di lezioni. Una professoressa adorabile non poteva che consigliarci una bellissima lettura su un luogo simbolo, conosciuto dagli scienziati che segretamente lavoravano nei laboratori di Los Alamos in Messico e dai nativi americani, i veri padroni di quelle terre. Una convivenza possibile e fonte di arricchimento per entrambi i gruppi.

Sinossi

«Facevamo parte di un gruppo che amava recarsi sui massicci del Rio Grande per cenare a lume di candela nella famosa casa in adobe di Edith Warner, dove non c'era luce elettrica né acqua corrente. Il pasto veniva servito dal suo compagno indiano dalle lunghe trecce, Tilano. Il contrasto tra il loro stile di vita indiano fuori del tempo e la realtà del XX secolo che vivevamo al Laboratorio, rappresentava un importante momento di rilassamento». Così S. M. Ulam, ricordando nella sua autobiografia il periodo che lo vide impegnato nella più sconvolgente impresa tecnologica della nostra epoca. Il Laboratorio è infatti quello di Ricerca Nucleare di Los Alamos, New Mexico. E quella «famosa casa», accanto al ponte di Otowi, fu per anni l'anello di congiunzione di due mondi: il mondo della «città atomica» segreta e il pueblo indiano di San Ildefonso. Quella casa diventerà luogo d'incontro e di ristoro - spirituale e fisico - sia per gli indiani della riserva sia, a partire dal 1942, per gli scienziati impegnati nel Progetto Manhattan. A cena da Edith racconta la vita di una donna semplice e straordinaria, che, nelle parole della poetessa e amica Peggy Pond Church, «quasi dal nulla riuscì a creare un'oasi di serenità e di bellezza» nei giorni bui e minacciosi che precedettero e seguirono la tragedia di Hiroshima. 
 

Rio, un libro di un autore brasiliano (o in generale sud americano):

Lo Zahir di Paulo Coelho
Romanzo che spero prima o poi di poter rileggere, dato che mi è stato prestato ai tempi del liceo. Ricordo che mi è piaciuto molto, come tutti i libri di questo straordinario autore che vi consiglio a partire da L'alchimista fino alle opere più recenti.

Sinossi
Un giorno, uno scrittore famoso scopre che la moglie, corrispondente di guerra, lo ha abbandonato senza lasciare traccia e senza alcuna spiegazione plausibile. Nonostante il successo e un nuovo amore, il pensiero dell'assenza della donna continua a tormentarlo e gli invade la mente fino a gettarlo in un totale smarrimento. E' stata rapita, ricattata, o semplicemente si è stancata del matrimonio? L'inquietudine che gli deriva è tanto forte quanto l'attrazione che lei continua a esercitare su di lui. La ricerca di lei - e del significato della propria vita - porta lo scrittore dalla Francia alla Spagna e alla Croazia, sino a raggiungere gli affascinanti paesaggi desolati dell'Asia Centrale. E ancora di più, lo allontana dalla sicurezza del suo mondo verso un cammino completamente sconosciuto, alla ricerca di un nuovo modo di intendere la natura dell'amore e il potere ineludibile del destino.


Vi è piaciuta la nostra Maratona letteraria?
Se conoscete qualcuno dei titoli che ho citato ditemelo nei commenti, è sempre bello potersi confrontare con altri lettori.
Siete tutti invitati a rispondere a questo Tag, ho già pronte le medaglie!
Un salutone
Leryn

1 commento:

  1. Il leone, la strega e l'armadio è stato il primo che ho letto delle cronache di narnia, quello che ho amato di più e lo collego direttamente alla mia infanzia.
    A cena da Edith e W mi ispirano molto...

    RispondiElimina